EN 471, attualmente revisionata come EN ISO 20471

Cos'è la norma EN ISO 20471?

La norma EN ISO 20471 è una versione revisionata del precedente standard EN 471 in materia di dispositivi di protezione individuale e di sicurezza ad alta visibilità. Secondo la Direttiva 89/686/CEE, è richiesto per legge tutelare le persone che svolgono la propria attività lavorativa quotidiana in prossimità delle strade o sulle strade stesse. Le norme vengono stabilite identificando i rischi cui sono sottoposti i lavoratori. La normativa stabilisce i requisiti minimi per gli indumenti ad alta visibilità, in grado di segnalare visivamente la presenza dell'operatore, e specifica i metodi di test e i requisiti dei dispositivi di protezione individuale e di sicurezza indossati in situazioni ad alto rischio.  

Che cosa significa?

L'ultima revisione della norma è la versione EN ISO 20471:2013; questo è lo standard di riferimento da rispettare. Le norme EN471 vengono aggiornate ogni 5 anni, se ritenuto necessario. La prima versione della norma EN 471 è stata pubblicata nel 1994. In seguito, il Comitato Tecnico Europeo, su istanza di enti collaudatori e membri del comitato stesso, ha avviato un processo di revisione finalizzato all'introduzione di alcuni emendamenti, riguardanti soprattutto la libertà di progettazione. Il processo di revisione è stato completato e implementato nell'aprile 2004. L'attuale norma EN471 in vigore, contenente i nuovi emendamenti, è la EN ISO471:2013.

Quali sono le specifiche stabilite dalla norma?

I requisiti specificano le prestazioni richieste in termini di colore e retro-riflessione, nonché le aree minime e il collocamento dei materiali sugli indumenti di protezione.

Sono definite due classi di capi di abbigliamento, basate su due diverse aree minime di materiale retroriflettente, fluorescente e/o combinato. Ciascuna di tali classi garantisce un livello di cospicuità diverso; la classe 3 è quella che garantisce il livello di cospicuità più elevato sulla maggior parte degli sfondi riscontrati in situazioni urbane e rurali, di giorno e di notte. Gli utenti devono selezionare la classe richiesta basandosi sull'analisi di rischio della sede/situazione in cui è richiesta la protezione garantita dagli indumenti secondo questa norma internazionale.

Classe 2: livello intermedio di protezione
Gilet, tuniche aperte sui fianchi (tabard), pettorine senza maniche e pantaloni con bretelle.
0,5 m2 materiale fluorescente / 0,13 m2 materiale retroriflettente

Classe 3: livello massimo di protezione
Giacche lunghe e giubbotti con maniche, tute, completi giacca/pantaloni.
0,8 m2 materiale fluorescente / 0,2 m2 materiale retroriflettente

La norma comprende anche determinati requisiti per le prove d'uso.

I materiali retroriflettenti devono mantenere la loro luminosità dopo:

  • Esposizione alla pioggia
  • Variazioni di temperatura
  • Abrasione
  • Piegatura alle basse temperature
  • Flessione
  • Lavaggio in acqua
  • Lavaggio a secco (se del caso)

Materiali fluorescenti:

  • Esposizione ai raggi UV
  • Variazioni dimensionali
  • Resistenza al vapore acqueo
  • Solidità del colore
  • Proprietà meccaniche