EN 12899 -1: 2007

Segnaletica stradale verticale permanente

Questa norma è composta da cinque parti ed è concepita per l'uso da parte delle autorità stradali e di sviluppatori privati nei loro appalti di cartelli da collocarsi su strade pubbliche e autostrade, nonché su terreni privati. Comprende i prodotti di cui al Mandato M/111 Accessori per la circolazione: attrezzature stradali contenuto nella direttiva 89/106/EEC Prodotti da costruzione (CPD) che in data 9 marzo 2011 è stata sostituita dal regolamento prodotti da costruzione (CPR) N. 305/2011 che si applica direttamente alla legislatura di ciascuno Stato membro.

Tali prodotti includono segnaletica stradale verticale finita o in kit da assemblare, nonché i relativi componenti, quali rivestimento retroriflettente del cartello, supporti e targhe segnaletiche, inclusi illuminazione e dispositivi di bloccaggio, oltre a qualsiasi combinazione di tali componenti. Comprendono inoltre dissuasori transilluminati, delineatori e retroriflettori permanenti.

La marcatura CE dei prodotti coperti dalla norma EN12899 è obbligatoria a partire dal 1 luglio 2013 nell'ambito dell'Area Economica Europea (EEA) in conformità con il CPR.

Cartelli stradali verticali permanenti che presentino materiali retroriflettenti creati con tecnologia a sfere di vetro devono essere marcati CE in conformità con questo standard. I cartelli stradali verticali permanenti che si servono della tecnologia microprismatica devono essere marcati CE in conformità con l'ETA (European Technical Approval) secondo il CUAP (Common Understanding of Assessment Procedure) Numero 01.06.04.

Parte 1: Segnali permanenti
La parte 1 specifica i requisiti per cartelli stradali completi, targhe segnaletiche, fogli retroriflettenti, supporti dei cartelli e dispositivi di illuminazione. I requisiti relativi alle prestazioni e ai metodi di test per i fogli retroriflettenti sono applicabili alla tecnologia a perle di vetro. Quelli relativi alla tecnologia micro-prismatica sono specificati nell'apposita ETA (European Technical Approval).

Part 2: Dissuasori del traffico transilluminati
La parte 2 specifica i requisiti di prestazione e i metodi di prova per i nuovi dissuasori del traffico transilluminati per quanto attiene le relative componenti strutturali nonché le proprietà colorimetriche, retroriflettenti, di luminanza e invecchiamento.

Parte 3: Delineatori e retroriflettori
La parte 3 specifica i requisiti di prestazione e i metodi di prova per i nuovi delineatori e retroriflettori per quanto attiene le relative componenti strutturali nonché le proprietà colorimetriche, retroriflettenti e di invecchiamento.

Parte 4: Controllo della produzione in fabbrica
La parte 4 descrive i requisiti per il controllo della produzione in fabbrica (FPC) dei prodotti descritti nelle parti 1, 2 e 3, che regolano la produzione e i prodotti certificati in base a questa norma.

Parte 5: Test iniziali per tipo
La parte 5 descrive i requisiti per i test iniziali per tipo (ITT) dei prodotti descritti nelle parti 1, 2 e 3 che saranno condotti per stabilire le prestazioni di campioni di prodotto rappresentativi del tipo di prodotto.